domenica 17 giugno 2012

Suora falsifica il testamento e ottiene soldi, titoli e appartamento: indagata


La religiosa avrebbe cambiato le ultime volontà
di una donna romana. L'accusa è di truffa e falso

NAPOLI - Oh Signore, quel testamento potrebbe non è originale. Una suora, Angela Gramegna, è indagata con l'accusa di aver falsificato il testamento di una anziana donne romana deceduta nel 2007, impossessandosi di circa 500mila euro in contanti, circa un milione in titoli di stato e di un appartamento nelle vicinanze di piazza di Spagna a Roma che avrebbe anche cercato di mettere in vendita.

LA FALSIFICAZIONE - Volesse il cielo, quel patrimonio avrebbe fatto molto comodo, ma la polizia municipale di Napoli le ha notificato oggi in convento, sempre a Napoli, il decreto di sequestro dell'appartamento emesso dalla procura della capitale. Gli inquirenti, sulla base di una perizia grafica, hanno accertato che il testamento olografo era stato in realtà redatto dalla suora, che negli ultimi mesi di vita della proprietaria dell'appartamento l'aveva frequentata assiduamente. Angela Gramegna, religiosa dell'ordine delle Ancelle del Sacro Cuore, è indagata per truffa, falso e sostituzione di persona.