sabato 2 giugno 2012

venerdì 1 giugno 2012

Milano sostiene le vittime della chiesa: PRESIDIO Piazza XXIV Maggio Milano


Milano sostiene le vittime della chiesa: PRESIDIO.
Parte oggi l’iniziativa promossa da Rete L’ABUSO “Appendi un drappo bianco per sostenere le VITTIME DELLA CHIESA”.

Come annunciato in precedenza, comunichiamo che il giorno 2 giugno 2012 alle ore 14,30 in Piazza XXIV maggio a Milano è stato allestito un palco dove si terrà il presidio MALEDETTO CLERICALISMO!.

Diciamo BASTAA!!! Allo strapotere della chiesa che;
-ABUSA DI MINORI e non vuole assumersi nessuna responsabilità.
-discrimina le DONNE.
-discrimina gli OMOSESSUALI.
-non denuncerà i PRETI PEDOFILI.
-sfrutta le fascie più DEBOLI eDISAGIATE
-sottrae risorse economiche ai cittadini per mantenere il proprio LUSSO.
-attua campagne di disinformazione suBIOETICA, e LOTTA all'HIV
-padrona di 1/4 del patrimonio immobiliare italiano NON PAGA ICI, IMU.
-condiziona la PUBBLICA ISTRUZIONE.
-ha ingerenze nella POLITICA e NEI POSTI DI POTERE.
-sfrutta l'IGNORANZA e la SUPERSTIZIONE.
-specula sul DOLORE e sulla PAURA della MORTE.
-aiuta le peggiori DITTATURE FASCISTE.
Per questi motivi lanciamo un appello a tutti per partecipare ad un corteo anticlericale il 2 giugno a Milano, per manifestare nelle strade di Milano la nostra contrarietà alla visita del Papa, al potere delle lobby cattoliche e allo stesso tempo per rivendicare diritti, libertà e un welfare rispettoso delle esigenze di tutti.
L’evento sarà trasmesso in diretta WEB-TV sui seguenti canali;
DIFFERITA ogni 15 minuti http://www.youtube.com/ZanardiFrancesco

Parteciperanno all’evento le seguenti sigle, associazioni e partiti politici;
 Collettivo lgbit Tabù, Collettivo femminista Chicas en revuelta, Collettivo femminista Shora, Coordinamento femminista Ovul-Azione, Collettivo le MaleFiche, Collettivo Casiraghi, Collettivo ResisTenca, Collettivo femminista Mujieres Libres, Fatelargo.tk, Deragliamento Collettivo- Ateneinrivolta, Democrazia Atea gruppi di Savona e Milano, KOB (Kollettivo Omosessuale Bicocca), GayStatale (Università degli Studi di Milano), Arci Lesbica Zami Milano,Arcobaleni in marcia, Femminismo a sud, Arcigay Pianeta Urano Verona, Gay Italiani, movimento attivista spontaneo, Associazione  Attivisti  Gay Harvey Milk, Sinistra Critica Milano, Sinistra Critica Bresso, Giovani Comunisti Milano, UAAR. Unione atei agnostici razionalisti, Collettivo Scighera - Circolo ARCI Scighera , Associazione culturale Voci di Mezzo, ListediSinistra – Università degli studi Milano-Bicocca, Rete Genitori Rainbow, Rust'n'Dirt, Gruppo Soggettività Lesbica, Link Milano -  Rete della Conoscenza, Partito Comunista dei Lavoratori – sezione di Milano, Circolo culturale Giordano Bruno, Milano X, Collettivo Lambretta, Rete L’ABUSO “Noi vittime di preti pedofili” sezione di Savona, Genova, Milano Verona.

Watch live streaming video from francescozanardi at livestream.com
Watch live streaming video from glbt at livestream.com

Milano sostiene le vittime della chiesa: PRESIDIO Piazza XXIV Maggio Milano


Milano sostiene le vittime della chiesa: PRESIDIO.
Parte oggi l’iniziativa promossa da Rete L’ABUSO “Appendi un drappo bianco per sostenere le VITTIME DELLA CHIESA”.

Come annunciato in precedenza, comunichiamo che il giorno 2 giugno 2012 alle ore 14,30 in Piazza XXIV maggio a Milano è stato allestito un palco dove si terrà il presidio MALEDETTO CLERICALISMO!.

Diciamo BASTAA!!! Allo strapotere della chiesa che;
-ABUSA DI MINORI e non vuole assumersi nessuna responsabilità.
-discrimina le DONNE.
-discrimina gli OMOSESSUALI.
-non denuncerà i PRETI PEDOFILI.
-sfrutta le fascie più DEBOLI eDISAGIATE
-sottrae risorse economiche ai cittadini per mantenere il proprio LUSSO.
-attua campagne di disinformazione suBIOETICA, e LOTTA all'HIV
-padrona di 1/4 del patrimonio immobiliare italiano NON PAGA ICI, IMU.
-condiziona la PUBBLICA ISTRUZIONE.
-ha ingerenze nella POLITICA e NEI POSTI DI POTERE.
-sfrutta l'IGNORANZA e la SUPERSTIZIONE.
-specula sul DOLORE e sulla PAURA della MORTE.
-aiuta le peggiori DITTATURE FASCISTE.
Per questi motivi lanciamo un appello a tutti per partecipare ad un corteo anticlericale il 2 giugno a Milano, per manifestare nelle strade di Milano la nostra contrarietà alla visita del Papa, al potere delle lobby cattoliche e allo stesso tempo per rivendicare diritti, libertà e un welfare rispettoso delle esigenze di tutti.
L’evento sarà trasmesso in diretta WEB-TV sui seguenti canali;
DIFFERITA ogni 15 minuti http://www.youtube.com/ZanardiFrancesco

Parteciperanno all’evento le seguenti sigle, associazioni e partiti politici;
 Collettivo lgbit Tabù, Collettivo femminista Chicas en revuelta, Collettivo femminista Shora, Coordinamento femminista Ovul-Azione, Collettivo le MaleFiche, Collettivo Casiraghi, Collettivo ResisTenca, Collettivo femminista Mujieres Libres, Fatelargo.tk, Deragliamento Collettivo- Ateneinrivolta, Democrazia Atea gruppi di Savona e Milano, KOB (Kollettivo Omosessuale Bicocca), GayStatale (Università degli Studi di Milano), Arci Lesbica Zami Milano,Arcobaleni in marcia, Femminismo a sud, Arcigay Pianeta Urano Verona, Gay Italiani, movimento attivista spontaneo, Associazione  Attivisti  Gay Harvey Milk, Sinistra Critica Milano, Sinistra Critica Bresso, Giovani Comunisti Milano, UAAR. Unione atei agnostici razionalisti, Collettivo Scighera - Circolo ARCI Scighera , Associazione culturale Voci di Mezzo, ListediSinistra – Università degli studi Milano-Bicocca, Rete Genitori Rainbow, Rust'n'Dirt, Gruppo Soggettività Lesbica, Link Milano -  Rete della Conoscenza, Partito Comunista dei Lavoratori – sezione di Milano, Circolo culturale Giordano Bruno, Milano X, Collettivo Lambretta, Rete L’ABUSO “Noi vittime di preti pedofili” sezione di Savona, Genova, Milano Verona.

Watch live streaming video from francescozanardi at livestream.com
Watch live streaming video from glbt at livestream.com

giovedì 31 maggio 2012

Rete L'ABUSO.: Sostieni le vittime della CHIESA

Sostieni le vittime della CHIESA: 1-2-3 giugno, sostieni le vittime della CHIESA  Nei giorni 1-2-3 giugno il capo di Stato Vaticano Joseph Ratzinger sarà in visita a Mil...

Preti, politici e giornalisti vogliono arrestare Nuzzi



La Segreteria di Stato: "Iniziativa criminosa". La Binetti (Udc): "Libro anti-costituzionale". Interrogazione parlamentare contro l'inviato di Libero. E la libertà di stampa dov'è finita?


Gianluigi Nuzzi "crimonoso", "anti-costituzionale", da imbavagliare con un'interrogazione in Parlamento. L'onda d'urto scatenata dall'ultimo libro dell'inviato di Libero Sua Santità sul Vaticano ha prodotto, come prevedibile, l'effetto di ritorno contro il giornalista. Trema la Santa Sede, tremano i fedelissimi di Papa Ratzinger che dalle parole del corvo (anzi, dei corvi, almeno una ventina attivissimi in questi giorni anche dopo l'arresto del maggiordomo di Benedetto XVIPaolo Gabriele) appaiono intenti a tramare l'un contro l'altro per accaparrarsi potere, trema certa parte del mondo cattolico, nel giornalismo e in politica, più interessato a difendere il buon nome di facciata dell'istituzione ecclesiastica che a far luce su vizi e condotte discutibili.
Bavaglio cercasi - L'ultima offensiva in ordine di tempo arriva daPaola Binetti, parlamentare dell'Udc, che a La Zanzara su Radio 24 attacca: "L'articolo 15 della nostra Costituzione impone il diritto alla privacy della corrispondenza privata. Non esiste un diritto di cronaca nei fatti privati". Nuzzi ha violato la Costituzione, deve essere punito. Monsignor Giovanni Becciu, sostituto per gli Affari generali della Segreteria di Stato vaticana, ha chiesto ai giornalisti "un sussulto etico, il coraggio di una presa di distanza netta dall'iniziativa di un loro collega che non esito a definire criminosa". Prima ancora, il 23 maggio tre deputati di Grande Sud hanno presentato una interrogazione (firmata dal capogruppo Arturo Iannaccone) in cui si chiede al premier Monti "quali iniziative per quanto di competenza intenda intraprendere per far sì che pubblicazioni analoghe non abbiano a ripetersi nel futuro". Tradotto: un bavaglio su misura per impedire che un giornalista possa trovare notizie di interesse pubblico e renderle note. Iannaccone e i suoi parlano di "discutibile iniziativa giornalistica", "improvvida" perché in grado di procurare "ripercussioni di carattere internazionale". E il cardinale tedesco Brandmuller avvertiva a proposito dei documenti fatti trapelare all'esterno: "Non si aiuta il Papa commettendo crimini". Forse, e questo è un messaggio a politici e giornalisti, non si capisce nemmeno la realtà chiudendosi occhi e orecchie.

Fonte Libero

Preti, politici e giornalisti vogliono arrestare Nuzzi



La Segreteria di Stato: "Iniziativa criminosa". La Binetti (Udc): "Libro anti-costituzionale". Interrogazione parlamentare contro l'inviato di Libero. E la libertà di stampa dov'è finita?


Gianluigi Nuzzi "crimonoso", "anti-costituzionale", da imbavagliare con un'interrogazione in Parlamento. L'onda d'urto scatenata dall'ultimo libro dell'inviato di Libero Sua Santità sul Vaticano ha prodotto, come prevedibile, l'effetto di ritorno contro il giornalista. Trema la Santa Sede, tremano i fedelissimi di Papa Ratzinger che dalle parole del corvo (anzi, dei corvi, almeno una ventina attivissimi in questi giorni anche dopo l'arresto del maggiordomo di Benedetto XVIPaolo Gabriele) appaiono intenti a tramare l'un contro l'altro per accaparrarsi potere, trema certa parte del mondo cattolico, nel giornalismo e in politica, più interessato a difendere il buon nome di facciata dell'istituzione ecclesiastica che a far luce su vizi e condotte discutibili.
Bavaglio cercasi - L'ultima offensiva in ordine di tempo arriva daPaola Binetti, parlamentare dell'Udc, che a La Zanzara su Radio 24 attacca: "L'articolo 15 della nostra Costituzione impone il diritto alla privacy della corrispondenza privata. Non esiste un diritto di cronaca nei fatti privati". Nuzzi ha violato la Costituzione, deve essere punito. Monsignor Giovanni Becciu, sostituto per gli Affari generali della Segreteria di Stato vaticana, ha chiesto ai giornalisti "un sussulto etico, il coraggio di una presa di distanza netta dall'iniziativa di un loro collega che non esito a definire criminosa". Prima ancora, il 23 maggio tre deputati di Grande Sud hanno presentato una interrogazione (firmata dal capogruppo Arturo Iannaccone) in cui si chiede al premier Monti "quali iniziative per quanto di competenza intenda intraprendere per far sì che pubblicazioni analoghe non abbiano a ripetersi nel futuro". Tradotto: un bavaglio su misura per impedire che un giornalista possa trovare notizie di interesse pubblico e renderle note. Iannaccone e i suoi parlano di "discutibile iniziativa giornalistica", "improvvida" perché in grado di procurare "ripercussioni di carattere internazionale". E il cardinale tedesco Brandmuller avvertiva a proposito dei documenti fatti trapelare all'esterno: "Non si aiuta il Papa commettendo crimini". Forse, e questo è un messaggio a politici e giornalisti, non si capisce nemmeno la realtà chiudendosi occhi e orecchie.

Fonte Libero

mercoledì 30 maggio 2012

Rete L'ABUSO.: I CRIMINI NEL MONDO

Rete L'ABUSO.: I CRIMINI NEL MONDO: Compilato da: Fondazione "Proteggi i tuoi figli" in collaborazione con VaticanCrimes.us Revisione: 13 Luglio 2011 NOTA IMPORTANTE:...

nocensura.com: Chi è Mario Monti. Quel che viene taciuto per evit...

nocensura.com: Chi è Mario Monti. Quel che viene taciuto per evit...: Alcuni aspetti illustrati nel seguente articolo li avevamo già portati all'attenzione dell'opinione pubblica poco dopo la nomina di Monti a ...

Rete L'ABUSO.: STORIE DI ORDINARIA PEDOFILIA. Diocesi di Milano S...

Rete L'ABUSO.: STORIE DI ORDINARIA PEDOFILIA. Diocesi di Milano S...: Documentiamo un’altra “storia di ordinaria PEDOFILIA”, una delle tante purtroppo. Questa volta parliamo degli abusi avvenuti non molti a...

Rete L'ABUSO.: Gadget MILANO 1-2-3 giugno

Rete L'ABUSO.: Gadget MILANO 1-2-3 giugno: AIUTACI A DIFFONDER QUESTA INIZIATIVA DI CIVILTA' NEI CONFRONTI DI TUTTI COLORO CHE IN QUALCHE MODO SUBISCONO LE PERSECUZIONI DELLA CHIES...

martedì 29 maggio 2012

Rete L'ABUSO.: Gadget MILANO 1-2-3 giugno

Rete L'ABUSO.: Gadget MILANO 1-2-3 giugno: AIUTACI A DIFFONDER QUESTA INIZIATIVA DI CIVILTA' NEI CONFRONTI DI TUTTI COLORO CHE IN QUALCHE MODO SUBISCONO LE PERSECUZIONI DELLA CHIES...