lunedì 18 febbraio 2013

Dopo la morte di don Rebagliati, proprio il suo arcivescovo Calcagno è nominato allo Ior

E così il cardinal Domenico Calcagno è entrato nella Commissione di vigilanza dello Ior, l’Istituto per le Opere di Religione. Lo afferma un comunicato della Santa Sede del 16 febbraio riportato da Tmnews.


Italiano: Arcivescovo Domenico Calcagno, Segre...
Italiano: Arcivescovo Domenico Calcagno, Segretario dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica e Arcivescovo-Vescovo Emerito della Diocesi di Savona-Noli. (Photo credit: Wikipedia)
Domenico Calcagno era il vescovo di don Carlo Rebagliati (diocesi di Savona – Noli), proprio il sacerdote di cui abbiamo pubblicato una registrazione audio rilasciata forse un mese prima di morire. Una morte che, come riportato dal Secolo XIX nella cronaca del funerale di don Rebagliati, deceduto ufficialmente per malattia, è stata accompagnata da “dubbi e veleni”. Di don Carlo Rebagliati ha parlato Francesco Zanardi (Democrazia Atea e rete l’Abuso), nel suo blog
Che cosa sta succedendo allo Ior? Perché Domenico Calcagno ascende così in alto dopo che don
Rebagliati ha affermato che come economo della diocesi di Savona e Noli nemmeno poteva accedeva ai libri contabili, parlando anche di “casi sospetti” (ovviamente è tutto da verificare, da quel che si sa la magistratura avrebbe aperto un fascicolo) che coinvolgerebbero personalità e aziende di rilievo a Savona e in Liguria? Sarebbe comunque il caso di far chiarezza e ottenere trasparenza su tutto. I cittadini oggi chiedono in mille modi di sapere come vengono usati i loro soldi. E la nomina di Calcagno…. incuriosisce!
Precisamente Domenico Calcagno è da tempo un prelato di grande rilievo: Arcivescovo, Segretario dell’Amministrazione del Patrimonio della Sede Apostolica e Arcivescovo-Vescovo Emerito della Diocesi di Savona-Noli sono stati i suoi titoli principali fino all’altro ieri. Ora si occupa direttamente dello Ior, da anni nel mirino delle inchieste e verifiche della Banca d’Italia.
“In data odierna – recita il comunicato della sala stampa della Santa Sede – il Santo Padre Benedetto XVI ha rinnovato, per un quinquennio, la Commissione Cardinalizia di Vigilanza dell’Istituto per le Opere di Religione (I.O.R.). La nuova Commissione di Vigilanza risulta composta dagli Em.mi Cardinali: Tarcisio Bertone, Segretario di Stato (Presidente); Jean-Louis Tauran (Presidente del Pontificio Consiglio per il Dialogo Interreligioso); Odilo P. Scherer (Arcivescovo di São Paulo – Brasile); Telesphore P. Toppo (Arcivescovo di Ranchi – India) e Domenico Calcagno (Presidente dell’A.P.S.A.) che subentra al Card. Attilio Nicora (Presidente dell’A.I.F.)”.
Fonte Cremona Democratica